Se avete feedback su come possiamo rendere il nostro sito più consono per favore contattaci e ci piacerebbe sentire da voi.
 

Carissimi soci e simpatizzanti,

 

 L'A.R.C. é lieta d’i'nvitarvi al pranzo di fine anno per il piacere di stare insieme e con l’occasione scambiarci gli auguri delle imminenti feste.  Per premiare la vostra fiducia ed il vostro sostegno alle nostre iniziative intraprese negli anni, applicheremo uno sconto del 45% sul prezzo del menu previsto per gli ADULTI di cui ci faremo carico se siete in regola con l’'iscrizione 2014.

Sempre per i soci, verrá applicato un piccolo sconto anche sui menu RAGAZZI e BAMBINI.

Anche coloro che non sono soci potranno usufruire dello stesso sconto tesserandosi in loco per l’'anno 2015 (10 € per i single e 20€ a nucleo familiare).

Il pranzo avrà luogo il 14 dicembre 2014 presso  :

 

Ristorante   Dogado

75,  Route d'Esch

L-1470 Luxembourg

 

L’'appuntamento é alle ore12h00


 

Aspettiamo le vostre prenotazioni, certi che sarete in molti a voler condividere questa giornata con noi e non dimenticate!!! Ci saranno musica e canzoni live eseguite da nostri due giovani soci per allietare maggiormente la giornata ....

 

MANUELA e ALESSANDRO

Bravissimi e coinvolgenti!!!

 

Per questioni organizzative vi chiediamo di voler prenotare entro e non oltre il 4 dicembre, inviando una e-mail a arclux83@gmail.com specificando il tipo di menu desiderato, oppure telefonando a  621 43 61 34 (ore serali dopo le 18.00).

Previa conferma telefonica o via e-mail, si prega di effettuare il bonifco sul  c/c LU 04 0019 1400 6666 1000, Code Bic BCEELULL, Beneficiario Associazione Campani A.R.C. Luxbg) a conferma della vostra prenotazione.

 

Ricordate l'’appuntamento é alle ore12h00, a prestissimo!


**********



L'A.R.C., in collaborazione con l'Associazione Culturale dei Lombardi organizzano il 30 novembre 2014 un’escursione a Völklingen alla Völklinger Hütte per visitare la mostra “Ägypten Götter. Menschen. Pharaonen.  Meisterwerke aus dem Museum Egizio Turin.”  “Egitto, dei, uomini e faraoni. Tesori dal Museo Egizio di Torino”

La mostra presenta 250 reperti provenienti dal Museo Egizio di Torino, il più antico museo egizio del mondo. Quasi tutti i prestiti vengono esposti per la prima volta in Europa centrale.

Programma:

ore 9.00:      partenza con mezzi propri (*)

ore 10.30:    arrivo a Völklingen e inizio visita

ore 13.00:    pranzo al ristorante Platform 11 ¾ Das Restaurant                                                     im Alten  Bahnhof Völklingen 

pomeriggio:  ritorno a Lussemburgo


menù:

-   soupe ai funghi

-   carne: arrosto di maiale con salsa alle mele e Calvados, verdure di stagione e crocchette di patate

oppure

-   filetto di pesce fresco del giorno con salsa al Riesling, ratatouille e patate al rosmarino

-   parfait al nougat in mantello di marzapane con frutti alla cannella

 (*) chi può mettere a disposizione dei posti macchina è pregato di comunicarlo       al momento dell’i'scrizione, così come la scelta del menù (carne o pesce).

 

Iscrizione a: arclux83@gmail.com entro  e non oltre il 20 novembre 2014.

 

**********


UOMO E GALANTUOMO

di Eduardo De Filippo

commedia in tre atti

regia e adattamento di

 Raffaele Gentile

Sabato 22 novembre alle ore 20h00

Domenica 23 novembre alle ore 17h00

presso Abbaye Neumȕnster - Salle Krieps.

II biglietti si possono acquistare direttamente sul sito:

oppure telefonate a

(+352) 26 20 52 444 

Ospiti a spese del ricco e giovane don Alberto De Stefano nella località balneare di Bagnoli presso l'albergo gestito da un suo amico, sono gli attori di una scalcagnata compagnia teatrale "L'eclettica", così chiamata perché pretende di esprimere il suo talento in ogni genere dell'arte teatrale. Poiché la sera precedente, l'esibizione della compagnia si è svolta tra l'indifferenza e gli insulti del pubblico un attore per difendere la primadonna che era stata offesa, si è preso un pugno sul naso da uno spettatore  il capocomico Gennaro De Sia vuole riscattarsi dalla brutta figura e impone una prova del nuovo dramma che sarà messo in scena. Si tratta dell'opera a forti tinte Malanova (cattiva notizia) di Libero Bovio che gli sgangherati attori massacrano per la loro incompetenza ma che evidentemente lo stesso Eduardo non doveva stimare molto se la trasforma in una farsa, come testimoniano le risa degli ospiti dell'albergo che sopraggiunti si trovano ad assistere alla prova.

L'esibizione penosa della compagnia verrà interrotta dall'arrivo di Salvatore, fratello di Viola, la primadonna messa incinta dal capocomico. Salvatore precedentemente ha incontrato don Alberto che l'ha scambiato per il fratello della sua misteriosa amante Bice, anch'essa incinta di lui. Sentendo che è venuto per reclamare il matrimonio riparatore, don Alberto, che è un galantuomo, assicura a Salvatore, stupito che un signore voglia sposare un'attrice e per di più incinta di un altro, che farà il suo dovere sposandosi.

Da qui nasce un colossale equivoco che porterà, nella confusione generale scaturitane, alla fuga di Gennaro in una camera dove sta bollendo una grande pentola che servirà agli attori per cucinare per il loro pranzo: i bucatini per i quali «ci vuole molta acqua», come dice Gennaro, «..se no vengono limacciosi». Gennaro inciampa nella pentola e una cascata di acqua bollente gli si riversa su i piedi. Fortunatamente incontrerà un dottore, il conte Tolentano che, mosso a compassione dell'ustionato, ululante e invocante «Sant'Antuono, protettore del fuoco! Aiutatemi!», lo porterà nella sua casa per curarlo.

Nel frattempo don Alberto, venuto a sapere l'indirizzo di Bice, si è recato alla sua casa per chiedere la sua mano: ma qui scopre che Bice è sposata ed è la moglie di Tolentano. Alberto, vistosi scoperto dal conte, si finge pazzo per ingannarlo e la recita, anche per il contributo di Gennaro che chiamato a testimoniare la sanità del giovane imbroglia invece di più la situazione, riesce a tal punto che viene fatto incarcerare.

Tolentano, nel frattempo, indovinata la finta pazzia di Alberto lo mette alle strette: o si farà ricoverare in manicomio come pazzo, salvando così l'onore di marito tradito oppure lo stesso conte gli sparerà per lavare la macchia al suo blasone. Sarà lo stesso Tolentano invece, costretto a fingersi pazzo per evitare le ire di Bice che ha scoperto una sua relazione con una donna sposata. Alberto finalmente non più finto pazzo sarà liberato.

La commedia offre allo spettatore una serie di episodi irresistibilmente comici. Uno in particolare, quello della prova della compagnia, potrebbe di per sé costituire l'oggetto di una farsa. La prova si svolge nell'atrio dell'albergo ed inizia con Gennaro che emette un lamentoso e terribile gnaulio accompagnato da una smorfia che gli stravolge il viso e dal movimento di un braccio che si agita nell'aria. Gli attori si precipitano a soccorrerlo, convinti che sia stato colpito da un malore, ma scoprono che invece, da vero artista, Gennaro stava imitando l'apertura della porta cigolante del "basso" in cui si svolge il dramma.

Sempre durante la prova della scena madre del drammone, che Eduardo ha allungato nel corso degli anni, aggiungendovi numerosi nuovi spunti, scena provata in quasi mezz'ora reale per meno di cinque minuti di recita, ricorrono numerosi litigi tra capocomico e suggeritore, tra cui la ripetizione della battuta iniziale "Nzerra chella porta" ("chiudi quella porta").

Un'altra scena indimenticabile è quella dell'ustionato Gennaro in casa Tolentano che assistito dai presenti si accascia su una sedia da cui però dovrà alzarsi per andare nel laboratorio del dottore che lo medicherà. Il problema è che Gennaro ha salvato dall'acqua bollente solo la punta di un piede e il tallone dell'altro: quindi per alzarsi e camminare dovrà ben calcolare come muoversi: e così fa...ma non appena alzato emette un urlo di dolore sovrumano poiché ha sbagliato ad appoggiare in terra la punta e il tallone.

Ma sopra tutte, a testimoniare la loquacità spesso interessata di Gennaro, c'è il suo modo di raccontare le cose prendendole alla lunga e iniziando a raccontare del suo mestiere sempre dalla stessa frase iniziale "Io tengo 'na buatta" ("ho una scatola di latta").



Ticket 18

Con il sostegno di GEOFOR, AEDIL e CULTURANDO


**********


EDUARDO DE FILIPPO

In occasione del Trentennale della scomparsa di Eduardo De Filippo
(31 ottobre 1984 - 31 ottobre 2014)

            L'A.R.C., Associazione Regionale Campani - Angelo Vassallo -

in collaborazione con

AEDIL, Culturando, il gruppo Teatrale IL SIPARIO
e
Cordes et Vent Ensemble


e con il sostegno
di
 

GEOFOR


Presenta una serie di eventi tra cui

Omaggio a Eduardo De Filippo

Spettacolo Teatrale e Musicale


Venerdi' 31 ottobre presso Abbaye Neumȕnster - Salle Krieps ore 20.00.

II biglietti si possono acquistare direttamente sul sito:

oppure telefonate a

(+352) 26 20 52 444

... . Ha da passà 'a nuttata.

Assolutamente da non perdere!!!



Ticket 18 €


*********


MINI CROCIERA SULLA MOSELLA



Carissimi soci e simpatizzanti,

Prima dell’arrivo del freddo, l’'A.R.C .organizza una mini crociera sulla Mosella il 12 ottobre 2014.

Fra le sponde coltivate a vigneti, i magnifici colori ottobrini, pranzo a bordo ed il piacere di stare insieme.

Partenza da Remich h. 12h15

Destinazione Schengen e Ehnen (passaggio delle chiuse di Stadtbredimus incluso).

Ritorno a Remich h. 16.45

Menu proposto:

Assiette Campagnard

Roulade de Boef

Dame Blanche

Bevande incluse

Se saremo  un gruppo di almeno 20 persone il prezzo  é di  Eur 53 ciascuno.

Se saremo  meno di 20 persone il prezzo é di  Eur 69 ciascuno.

Bambini al di sotto dei 5 anni gratis.

Bambini da 5 a 11 anni Eur 28.50 tutto incluso, il menu proposto per i bambini é il seguente :

Jambon Melon

Escalope de Dinde

Glace

Bevande incluse

Per questioni organizzative si richiede una conferma rispondendo a questa E-mail entro e non oltre il 1° ottobre  2014.

Pagamento da effettuarsi sul c/c LU 04 0019 1400 6666 1000, Code Bic BCEELULL, Beneficiario Associazione Campani A.R.C. Luxbg.

 

Aspettiamo le vostre adesioni, arrivederci presto !!!!


**********


Presentazione del libro

IL SINDACO PESCATORE

FONDAZIONE
"ANGELO VASSALLO - SINDACO PESCATORE"
con la partecipazione di Dario Vassallo

Moderatore Piero De Luca

11 ottobre 2014 ore 18.00
CULTURANDO
15, avenue de la Faïencerie L-1510 Limpertsberg




**********


IL SETTIMO SI RIPOSO`

Di Samy Fayad
regia e adattamento di
Raffaele Gentile


"Napoli, inizio anni sessanta.

Che cosa puo' mai desiderare un anonimo cittadino, piccolo borghese, impiegato semplice presso un qualsiasi ufficio, dopo sei giorni di stressante lavoro?
Riposarsi il settimo.

Trascorrere appunto una domenica in tutta tranquillità, godendosi la famiglia, la casa, dando magari sfogo a qualche piccolo hobby, ed esultare, perché no, per una bella vittoria del Napoli. Niente di straordinario insomma.
Edé quello che sogna da sempre il nostro Antonio Orefice.

Sogna, ma senza riuscirci.

Proprio la domenica, anzi, diventa per lui la piu' bestiale delle giornate.

Si amplificano le piccole incomprensioni quotidiane con l'ancor giovanile suocera, donna certamente piacente, ma petulante e afflittiva, diventa a tutti gli effetti la vera padrona della casa, dove si é trasferita per accudire i nipotini, rimasti prematuramente orfani della madre, morta di parto. Vengono a galla le malcelate antipatie per il fidanzato della figlia, pretendente, malinconico ed ipocondriaco, malato e disoccupato e protetto dalla nonna indisponente.

Ma, innanzitutto, esplode l'esasperato malanimo per il dirimpettaio Camporeale, anch'egli semplice impiegato e pari grado di Orefice, eppure capace di un tenore di vita certamente superiore e piu' brillante.

Camporeale la domenica riposa, lui si', poi "se ne vede bene", si diverte ed é beato. "E comme fa?".
E' questo il tarlo che da sempre mina la serenità di Orefice.
L'invidia lo rode e lo spinge a cercare vendetta contro l'odiato dirimpettaio.

Ogni domenica é sempre la stessa storia. Ma questa domenica é peggio del solito. Quando il destino s'accanisce! Il giornale radio comunica che  un pericoloso criminale é evaso dal carcere milanese di San Vittore.

La polizia é sulle sue tracce.

E meno male che il fatto si é verificato a Milano, altrimenit, con la fortuna che si ritrova, al nostro Orefice potrebbe pur accadere di ritrovarsi l'evaso in casa. Bomba! E cosi' succede.

Il delinquente capita a casa del nostro sgarrupatissimo eroe. Ma non solo il bandito in casa Orefice. E' tutto un succedersi di personaggi strani e stravaganti. Praticamente un via vai di gente! Ci mancherebbe solo Antonio Orefice fosse scambiato per pazzo. Detto, fatto. Il povero Antonio viene preso da due robusti infermieri del manicomio e sottoposto a tremende terapie.

E poi ... il finale é tutto da scoprire.

Una storia semplice, sul filo sottilissimo del paradossale, messa in scena senza effetti speciali, per ridere con gusto, in maniera un po' ingenua e genuina, non volgare, e in omaggio ad un'antica tradizione comica. Gentile Raffaele, nel rispetto dello spirito e delle intenzioni dell'autore, riadatta il testo di Fayad, rendendolo piu' agile e moderno sia nei ritmi che nel linguaggio"



Ticket 15 €

arclux83@gmail.com




**********


Koblenz


Carissimi soci e simpatizzanti,

quest'anno vogliamo proporvi una gita a Koblenz.

L'escursione é stata fissata per sabato 17 maggio 2014.

Di seguito elenchiamo i dettagli della giornata:

- Partenza alle ore 8.30 da Lux P&R Centre Douanier co autobus Omni Vision
  (Sales-Lentz).

- Arrivo a Koblenz previsto alle ore 11.00 circa.

- Alle ore 12.00/12.30 il meritato pranzo che comprenderà quanto segue:

1 primo piatto, 1 secondo piatto, dolce - acqua e vino.

Tempo libero per visitare la cittadina. Facoltativamente, é possibile prendere la cabinovia che ci consentirà di attarversare il fiume, da dove si potrà ammirare un meraviglioso panorama su tutta la valle e l'incontro della Mosella con il Reno e, sempre per chi lo desidera, sarà possibile visitare la fortezza (costo
+/- 8/11 a persona non compresi nel prezzo della gita).

- alle ore 18.00 ritorno a Lussemburgo. Arrivo previsto a Lux P&R Centre
   Douanier alle ore 20.30 circa.

Per questioni organizzative, si prega tutti coloro che sono interssati a partecipare a questa gita, di darne conferma tramite E-mail a : arclux83@gmail.com oppure telefonate, dopo le ore 19.00 al 621-43 61 34  entro e non oltre il 4 maggio 2014, specificando il numero delle persone.

Vi preghiamo di confermare entro i termini sopraindicati altrimenti non poremo dar seguito all'iniziativa. Vi chiediamo inoltre di effettuare il vostro versamento (entro il 6 maggio al massimo) sul c/c LU 04 0019 1400 6666 1000, Code Bic BCEELULL, Beneficiario Associazione Campani A.R.C. Luxbg.

Il prezzo a persona é di 55 .

Ci auguriamo di vedervi numerosi e non dimenticate di estendere l'invito anche ai vostri parenti ed amici (anche se non soci).

IL COMITATO A.R.C. 2014


**********

L'
A.R.C.

sarà presente al
31° festival des Migrations, des Cultures et de la Citoyenneté

il 15 e 16 marzo 2014, con uno stand ricco di opuscoli sulla bella regione Campania.

Vi aspettiamo!!!


**********

A.R.C.
Associazione Regionale Campani
-Angelo Vassallo-

é lieta d'invitarvi alla tradizionale Festa della Befana


che avrà luogo domenica 12 gennaio 2014, ore 12.00 (puntuali) nella sala di "Home Paraissial St. Joseph" di Gasperich - Luxembourg.
(35, rue de Gasperich - L-1617 Lussemburgo)


DONI PER TUTTI I BAMBINI

Consegnati dalla Befana in persona


Il costo del pranzo (primo e secondo piatto) é di 15 per gli adulti
10 per i bambini da 11 a 15 anni
gratis per i bambini da zero a 10 anni compresi


Le bevande sono escluse.

PANETTONE E SPUMANTE OFFERTI


Per prenotare, telefonate subito a :

Tel 621-43 61 34 (possibilmente dopo le ore 19.00)

Oppure confermate la vostra presenza scrivendo una E-mail a arclux83@gmail.com.

COMITATO DIRETTIVO A.R.C. 2014

 

Associazione Regionale Campani in Lussemburgo

Gianni Battista

5 rue CM Spoo

L-2546 Luxembourg


  Site Map